slideshow 1

Terremoto Abruzzo. Inaugurata l’area polivalente di Lucoli realizzata dalla Valle d’Aosta

(Archivio)

È stata inaugurata oggi, martedì 16 ottobre, a Lucoli, il comune aquilano duramente colpito dal sisma del 6 aprile 2009, l’area polivalente realizzata in località San Menna finanziata dalla Regione, dagli Enti locali coordinati dal CELVA e dalle donazioni di tanti cittadini valdostani. A rappresentare la Valle d’Aosta, il Presidente della Regione Augusto Rollandin.

«Proprio per il rapporto molto stretto venutosi a creare tra i nostri volontari della Protezione civile e la popolazione di Lucoli – ha dichiarato il Presidente Rollandin - la Valle d’Aosta ha deciso di destinare qui i propri aiuti, d’intesa con il Presidente dell’Abruzzo Gianni Chiodi. Tutto ciò è stato formalizzato in una risoluzione approvata all’unanimità dal Consiglio regionale, che naturalmente ringrazio per la disponibilità e la sensibilità dimostrata. D’intesa con il Comune è stata quindi realizzata la palestra che oggi consegniamo, a nome dell’intera Valle d’Aosta, alla comunità e che potrà anche essere utilizzata quale centro di protezione civile. L’intera area è infatti predisposta per poter ospitare tende per oltre 300 posti letto, micro containers, cucine da campo e ogni altra attrezzatura utile alla piena e completa operatività del presidio in caso di calamità naturale

L’area é attrezzata con una rete di sottoservizi: acquedotto, fognatura, reti elettriche e telefoniche, reti del gas, tubazioni per predisposizioni impiantistiche urgenti e occasionali. La struttura prevede l’installazione di un gruppo elettrogeno al fine di assicurare l’operatività in qualsiasi condizione, permettendo a questo campo sperimentale di svolgere la propria funzione per la collettività, ma allo stesso tempo di essere trasformato in un presidio di protezione civile in poche ore, ospitando in sicurezza e nel massimo comfort possibile centinaia di persone.

L’edificio che ospita la palestra è articolato su due livelli. Al piano terreno si trovano la palestra, i servizi, l’ingresso, un deposito e la centrale termica. Al piano primo si trova invece un vasto locale polivalente. La superficie complessiva calpestabile è di circa 500 metri quadrati e l’intera struttura risponde a tutte le normative sia relative agli standard educativi che a quelli tecnici.

 

La struttura è stata realizzata dalla Regione autonoma Valle d’Aosta, il cui Presidente, Augusto Rollandin, è stato nominato dal Presidente della Regione Abruzzo, soggetto attuatore per la realizzazione dell’intervento, con il contributo dell’intera Comunità valdostana.

I fondi complessivi raccolti per l’intervento, pari a 1 milione 234 mila 761 euro, sono stati infatti in parte stanziati dalla Regione, 800 mila euro, di cui 250 mila della finanza locale, in parte versati dal CELVA, dai Comuni e dalle Comunità montane valdostane, circa 300 mila euro, in parte versati da cittadini e associazioni valdostane sui conti correnti bancario e postale aperti a tale scopo dalla regione stessa, circa 125 mila euro.

Nei versamenti sono confluiti anche i fondi raccolti tra i dipendenti pubblici valdostani che hanno versato il corrispettivo di un’ora di lavoro a favore dei terremotati, pari a oltre 30 mila euro, i fondi raccolti attraverso la vendita del CD Area Nuova – Valle d’Aosta per l’Abruzzo, curato dagli artisti valdostani, per oltre 7 mila euro, i fondi raccolti tra i maestri di sci valdostani e versati dalla loro associazione, per altri 12 mila euro.

La progettazione dell’intervento e la direzione lavori sono stati curati dall’arch. Corrado Binel, su incarico di Confindustria Valle d’Aosta, Confindustria edili e Confidi Valle d’Aosta, che hanno quindi contribuito in tal modo alla realizzazione dell’opera.